Home


  Via Vecelio 125/a
35135, Padova(Padova)


  3403575607 , 3480040132

Dott.ssa Luigina Longhin - Psicologo Psicoterapeut


 

 


Perché rivolgersi a uno psicologo?

Si può voler ricorrere all’aiuto di uno psicologo per diversi motivi. Può essere il disagio dovuto ad un disturbo preciso: un’ansia più o meno incontrollata, o paure incomprensibili che limitano la libertà d’azione e la possibilità di condurre una vita appagante sul piano personale e relazionale. Può essere un senso di inadeguatezza, di insicurezza e inferiorità rispetto ad altri o a compiti da affrontare, nella vita privata o nel lavoro.

Può diventare uno stato d’animo depressivo, che fa vedere tutto nero, non lascia speranze né desideri, non attribuisce meriti o valore a se stessi, ma solo colpe. Il disturbo può riguardare un comportamento a cui non si riesce a sottrarsi nonostante danneggi sempre più gravemente la vita personale o relazionale, come nei disturbi alimentari, nelle dipendenze: da sostanza, da gioco d’azzardo, da internet, da pratiche sessuali reali o virtuali attraverso siti pornografici e smartphone, da shopping compulsivo… Anche eventi della vita possono suscitare un bisogno di aiuto: lutti, traumi, una violenza subita, momenti critici come nella depressione post partum, in certe fasi di età (le crisi adolescenziali, il passaggio dalla maturità all’anzianità…), per una separazione, un cambiamento di lavoro o di residenza, talvolta anche per una semplice scelta da fare o persino un desiderio da realizzare. Può essere un disagio legato alla vita sessuale (calo o mancanza del desiderio, disfunzione erettile, eiaculazione precoce, vaginismo, dolori nei rapporti, anorgasmia, problemi di orientamento o di identità sessuale) che disturba la confidenza con il piacere, ostacola l’intimità di coppia e lascia un senso di insoddisfazione personale.



L'importanza della psicoterapia 

Si può anche aver solo voglia di seguire un percorso di crescita personale, per stare meglio, per un maggior benessere individuale o di coppia. Arriva sempre un momento in cui ci si rende conto di non poter fare da soli, che la buona volontà non basta per uscire dal solito circuito di pensieri e sensazioni spiacevoli. Anche i consigli chiesti ad amici e conoscenti possono risultare esterni al proprio modo di essere e di vedersi. La differenza dell’aiuto psicoterapeutico sta nell’ascolto accogliente, empatico, che permette di aprirsi, di esprimere e condividere i propri vissuti sentendosi capiti e senza essere giudicati. Fin dal primo colloquio ho cura di costruire una relazione affidabile e comprensiva, per poter sviluppare un dialogo che aiuta la persona a guardare a se stessa e alla situazione anche da altri punti di vista, a trovare chiavi di lettura diverse della propria storia e ad aprire nuove prospettive.
Poter dare un significato al disagio nella trama della propria vita permette di portare alla luce i motivi recenti o remoti che lo hanno generato e quindi di trovare modalità più adatte e risorse in più per fronteggiare problemi, per riconoscere bisogni e desideri e provare a soddisfarli.



Libertà di autorealizzarsi

La guarigione da un sintomo disturbante equivale a maggior benessere e libertà di autorealizzarsi.
Anche con le coppie che vengono in terapia ho cura di ascoltare e riconoscere il vissuto portato da ognuno fornendo una cornice neutrale e accogliente, che favorisce al posto del conflitto e dell’incomprensione la possibilità di un confronto tra diversità di punti di vista e di storie come base per comunicare e intendersi.

 





PATOLOGIE TRATTATE
E AREE DI INTERVENTO

 

 

 

 

 

 

 


Tags

psicologo,psicoterapeuta,sessuologo,psicologia,psicoterapia,sessuologia,Disturbo d’ansia,attacchi di panico,depressione,fobie,disturbo ossessivo compulsivo,ipocondria,disturbi psicosomatici,disturbi della personalità,disturbi sessuali,elaborazione del lut